Le Novità di Segmenti Editore

I nostri autori, i nostri libri, la nostra vita quotidiana a disposizione dei lettori e di tutti coloro che hanno desiderio di conoscerci e di accompagnarci, per un breve o lungo percorso, nella costruzione di ponti e strade che uniscano il corpo e la mente attraverso infiniti segmenti...

Ti porto dentro un incontro magico che si trasforma in musica e amore

copertina ti porto dentro promozioneTi porto dentro è il nuovo romanzo di Tiziana Campanella in tutte le librerie e on line.
In una Roma meravigliosa, su uno dei colli più belli, il Gianicolo, l'incontro magico fra due anime disperate che si trasforma in musica e amore.

Continua a leggere
  1561 Visite
1561 Visite

Giorgio Carnevale presenta Mio Padre presso Arci Arcobaleno - Garbatella

mio padre garbatellaDomenica 9 ottobre alle ore 19.30 Giorgio Carnevale insieme ad Artekreativa presenta Mio Padre, vincitore del premio dell'editoria nazionale "Roccamorice 2016", presso il Circolo Arci Arcobaleno, via Pollino, 1 (Garbatella)
Ingresso gratuito. Info: 3288419930  Prenotazioni: 3287423483


miopadreMio Padre è la storia di Gioia che all’età di quindici anni, in seguito a un grave incidente, viene sottoposta a un trapianto di un rene e nella circostanza scopre di essere stata adottata. Superata la convalescenza, non è più “la calma Gioia” che tutti conoscevano. Diventa dura con la vita e affronta in modo maniacale ogni cosa. Ottiene il massimo dei voti a scuola, si laurea velocemente, vince un dottorato negli Stati Uniti e presto collabora alla realizzazione di un importane talk show. Le sue competenze e professionalità sono sorprendenti, ma su un piano personale, emotivo e relazionale, dal giorno dell’incidente, non vive più. Un episodio accidentale farà saltare il suoi "equilibri" maniacali e con la stessa determinazione di sempre decide di andare a cercare i genitori naturali che scopre essere colombiani. Nell'orfanotrofio “Vivir la Vida”, dove è stata affidata alla nascita, scopre che sua Madre è morta durante il parto e suo Padre è stato ricoverato in una clinica psichiatrica nelle vicinanze. Dopo trentuno anni è ancora lì, in una specie di vecchio manicomio, dove elettroshock e pesanti terapie farmacologiche l’hanno confinato in una dimensione di non vita, di non morte. Il susseguirsi degli incontri con il Padre ammorbidiscono il cuore di Gioia, ma portano alla luce tutti i fantasmi nascosti dalla sua maniacalità. Lentamente, con l’aiuto di Ettore un medico italiano, il Padre rientra al mondo, ma la sua memoria è gravemente compromessa. Scaldandosi il cuore, l’amore diventa possibile e con Ettore nasce un profondo sentimento alimentato dal progetto di portare il Padre in Italia. Le cose non andranno esattamente come previsto ma Gioia riuscirà comunque a riprendersi la propria vita e assaporare il profumo del suo amore.

Acquista il volume direttamente su www.psychostore.net

Continua a leggere
  1222 Visite
1222 Visite

Presentazione del romanzo Mio Padre al Teatro Stabile di Ostia

copertina mio padre carnevale sitoVenerdì 30 settembre alle ore 21,00 Giorgio Carnevale presenterà Mio Padre presso il Teatro Stabile di Ostia Antica in via Cardinal Cibo, 4 - Ostia
Corrado Croce (Direttore Artistico del teatro) leggerà alcuni brani del libro.

Continua a leggere
  1233 Visite
1233 Visite

Enrico Magni e il suo nuovo romanzo: Incontro

MAGNIIncontro è il nuovo romanzo di Enrico Magni edito da Segmenti Editore. La storia di un incontro tra due estranei.
Sullo sfondo compare la resistenza francese del 1943, gli anni sessanta, il conflitto generazionale, i cupi anni settanta, la solitudine di un poeta e di una giovane professoressa d'arte. 
Una storia d'amore particolare.

Continua a leggere
  2194 Visite
2194 Visite

Incontro di Enrico Magni, una storia d'amore particolare, è in tutte le librerie

incontro1 0x320"Camminava scalza sulla spiaggia deserta, assaporava il profumo di salgemma, le impronte lasciate dalla pianta del piede venivano cancellate con i ricordi e i pensieri trasformati in cristalli. L’acqua affogava tutto. La camminata lenta plasmava il movimento dei fianchi, l’umidità dell’aria
liberava i capelli. Il sottile filo all’orizzonte e lo scivoloso pomeriggio d’autunno preannunciavano l’ombra precoce della memoria. Le barche dei pescatori stavano sdraiate sulla riva, in attesa di rituffarsi e prendere il largo per sfidare le insidie del mare. I gusci sparsi delle conchiglie ossificate nella sabbia evitavano di ferirla mentre percorreva il tratto insidioso. Era ritornata per riascoltare le voci e riavvolgere le sensazioni dell’infanzia, per staccarsi dalla
realtà tumultuosa e contorta in cui era immersa".

Continua a leggere
  1802 Visite
1802 Visite